Per-corso di introduzione alla Transizione a San Lazzaro

settembre 13, 2017

“San Lazzaro in Transizione” avvierà un altro percorso di Condivisione e Approfondimento della Transizione (CeAT). Insieme a tutti coloro che, con semplicità e naturalezza, hanno voglia di approcciare il cambiamento reale, organizzeremo per la decima volta un ciclo di sei incontri tematici (a cadenza settimanale) in autoapprendimento, per sognare e poi realizzare un futuro migliore per noi e la nostra comunità, prendendo spunto dai principi del movimento culturale delle Città di transizione.

Gli incontri si baseranno sui contenuti del Manuale Pratico della Transizione (di Rob Hopkins).

Dal 5 ottobre al 16 novembre 2017. Scarica il Volantino 10 CeAT.doc

Annunci

Giovedì 18/5 al Biomercato la Dott.ssa Gentilini ci parla di Contaminanti ambientali nella catena alimentare e rischi per la salute

maggio 14, 2017

Giovedì 18 maggio 2017 ore 21.15 al Biomercato si parla di Contaminanti ambientali nella catena alimentare e rischi per la salute con la dottoressa Patrizia Gentilini, medico oncologo di fama.

volantino 18-5-2017 contaminanti


L’intelligenza dei viventi: l’unità della natura. Martedì 21/3 al Biomercato

marzo 11, 2017



Secondo la definizione generalmente accettata, l’intelligenza è la capacità di adattarsi a un ambiente che muta, cercando di garantire migliori condizioni per sé e per la generazione che segue.
Oggi sempre più numerose prove scientifiche rivelano comportamenti intelligenti in ogni forma di vita, dalle più semplici come batteri e amebe, alle complesse come le piante e gli animali.
Uscire dall’ottica di dominio e imparare a stare con rispetto dentro questa rete di relazioni di tutto con ogni cosa che chiamiamo
VITA è la nostra unica garanzia di futuro.

Con la Biologa Daniela Conti, dalle ore 21.00 presso il Centro sociale “Fiorenzo Malpensa”- Via Jussi 33, San Lazzaro di Savena


“Non buttare il cellulare” il 23/3 al Biomercato

marzo 10, 2017

La Classe 3 N Liceo Galvani sez. Internazionale italo-inglese ci parlerà del Progetto Europeo: “Non buttare il cellulare” realizzato nell’ambito di Raw MatTERS Amabassadors at School.

La classe 3 N del corso Internazionale italo inglese del Liceo Galvani partecipa al Progetto Europeo RM@School, Raw MatTERS Amabassadors at School, che coinvolge Organizzazioni Scientifiche di sei Paesi Europei (Italia, Olanda, Belgio, Germania, Spagna ed Ungheria). Si tratta di un progetto di divulgazione scientifica che ha l’obiettivo di sensibilizzare i giovani sull’importanza strategica delle materie prime nella vita di tutti i giorni e di mostrare possibili sviluppi lavorativi in questo settore. Il progetto propone un apprendimento attivo da parte degli studenti che vengono coinvolti in attività scientifiche e prevede che, alla fine del progetto, i ragazzi producano materiale divulgativo relativo alla loro esperienza. In particolare il progetto che ha coinvolto la classe 3 N si è sviluppato in due fasi:

• Prima fase: in collaborazione con il CNR di Bologna ha avuto carattere più scientifico. I ragazzi dopo aver seguito un seminario introduttivo al problema delle materie critiche con riferimento particolare a quelle che vengono utilizzate per la costruzione di un cellulare hanno realizzato un’esperienza di laboratorio confrontando le caratteristiche del materiale attualmente utilizzato per la realizzazione degli schermi degli smart-phones con le caratteristiche di uno nuovo materiale in via di sviluppo. Come conclusione di questa prima fase gli studenti hanno prodotto un foglio esplicativo e un video tutorial in lingua inglese affinchè altri studenti europei possano riprodurre la stessa esperienza di laboratorio.

• Seconda fase: seguita dai docenti della scuola, ha avuto carattere di riflessione sul problema dei rifiuti. I ragazzi si sono documentati e confrontati su questo tema e hanno realizzato articoli su questo tema per il giornalino della scuola, Prometeo.

I ragazzi presenteranno la loro esperienza la sera del 23 marzo 2017 ore 21:15 nell’ambito degli eventi di “SanLazzaroèBio” a corredo del BioMercato Villa Serena (Via Jussi, 33 – San Lazzaro di Savena)

Riferimento al progetto europeo http://rmschools.isof.cnr.it/

 

 


Calendario Aggiornato eventi del Biomercato gennaio-aprile 2017 !

gennaio 12, 2017

 Causa spostamento di alcuni eventi ripubblichiamo il calendario aggiornato:

calendario-gennaioaprile-2017-spostato-copy

calendario-gennaioaprile-2017-pdf


Primi incontri del per-corso Ceat 2016

aprile 11, 2016

Primo incontro:

Picco del Petrolio ?
Ma quale Picco, quà l’oro nero non è mai costato così poco ?
Viviamo in un periodo caotico dove spesso è vero tutto e il contrario di tutto, per cui siamo sballottati da un idea all’altra, da cosa fare e cosa non fare.

terraDurante il per-corso analizziamo il problema dei picchi (Petrolio, Clima e non solo), dalla consapevolezza per l’umanità data da quella foto di una “palla d’acqua” sola nello spazio, a quello che ci ha “predetto” il Club di Roma, da cui poi sono nati i primi movimenti ambientalisti, e così passiamo continuamente da momenti di pessimismo a ottimismo, da quello che ci mancherà alle opportunità che si manifesteranno, da rassegnazione a voglia di cambiamento.Ceat 9 1_1

Non siamo soli e lo scopriamo conoscendoci meglio, ma anche raccontando e soprattutto facendo raccontare le nostre storie e alcuni nostri sogni, le sinergie sono forti e la consapevolezza già molto radicata in tutti i presenti, e probabilmente grazie a questi “scossoni” emotivi e informativi si fa sentire anche la nostra resistenza, resistenza che ormai è già Resilienza, ma che deve essere approfondita ancora un po, per poi trovare qualcosa che va oltre i soli nostri Pensieri, quando cioè oltre la Testa ci metteremo anche il Cuore e poi le Mani…
Le idee di quello che potremmo fare sono tante e fresche e per diventare reali e crescere hanno solo bisogno di cura, amore e comunità ….

Ceat 9 1_2Alla fine dell’incontro qualcuno dice che normalmente a scuola e all’università queste cose non vengono approfondite e molti di noi non si rendono conto che ormai sono passate già da un po le 23 e che è il momento di andare a dormire e far sedimentare tutti questi stimoli, buoni segnali che come facilitatori di SLiT cercheremo di raccogliere e utilizzare al meglio per i prossimi incontri.

 

Secondo incontro:

Come se non bastassero gli stimoli, al nostro secondo ritrovo ce ne ingozziamo tanti altri, partiamo subito con l’analizzare i possibili scenari che potrebbero svilupparsi in una fase che ormai tutti consideriamo di cambiamento, vediamo oggi tanti segnali che ci fanno pensare che il cambiamento è in atto ma non si capisce quale degli scenari possibili avrà il sopravvento, l’esplosione tecnologica ? il collasso !? O futuri più auspicabili basati sulla sostenibilà ? Come un futuro di decrescita energetica ? Analizziamo così questa teoria che per molti è basata su una parola poco felice, che ha un accezione solitamente infausta, ma che comunque piano piano ci guida a farci riscoprire valori, emozioni, sofferenze e gioie dimenticate o assopite.Ceat 9 2_1

Infatti parlandone ci rendiamo conto che si potrebbe vivere una vita emotivamente più ricca e in equilibrio, dovremmo avere meno cose ma più importanti, essere più creativi, lavorare meno ma tutti, con una ricchezza più distribuita e solidale, imparare a stare meglio insieme, condividere spazio e tempo aumentando le relazioni reali, magari autoproducendo quello che ci serve e facendo riuso e riciclo, quindi sprecando meno, rallentando così dei ritmi che hanno poco di naturale.

Per capire meglio facciamo un gioco, quello del gomitolo,Ceat 9 gomitolo

dove ognuno è un soggetto di un bosco ed è collegato agli altri da una fitta rete di interconnessioni, tanto più questa è fitta e tanto più è resistente a eventuali catastrofi di origine naturale “o” umana, questa è Resilienza, ce la insegna la natura e può essere rappresentata in tantissimi modi, ma gli attacchi che ad un certo punto rappresentiamo con le catastrofiche forbici che piano piano tagliano i fili della rete, fanno collassare il sistema prima se le connessioni sono poche, condizione in cui oggi viviamo …

E così parliamo di un altro importante concetto espresso da un’altra parola difficile: “Rilocalizzazione” e di come è connessa a tutto quello che abbiamo detto e ad altro ancora e così aumenta sempre più la profondità di alcuni ragionamenti che abbiamo condiviso…

Imparare a cambiare idea e mettersi in discussione, sapersi reinventare, saper accettare con tranquillità che la sofferenza fa parte della vita, vivere in leggerezza, non giudicarsi, vedere la realtà intorno a noi in modo diverso e con piacere, essere interconnessi, passare parola…Ceat 9 2_2

E non solo le parole che usiamo sono complesse e a volte non adatte, ma ad un certo punto non troviamo più neanche i vocaboli per esprimere quello che vogliamo e che ci servirebbe per essere più resilienti e locali, ma soprattutto più felici, e questo è il segno che da adesso dovremo iniziare ad usare anche un altra nostra parte molto importante oltre alla Testa e cioè il Cuore, il modo più immediato per esprimere sensazioni che per iscritto forse è impossibile trasmettere correttamente.

A questo punto siamo così stanchi per la fatica di riemergere dalla “profondità” a cui siamo arrivati, che con “addirittura” un minuto di anticipo,  ci lasciamo per andare a dormire, Grazie.

Riccardo


TUTTI in CAMPO 2016

marzo 29, 2016

Ciclo di due escursioni al Parco dei Gessi

I Sabati 2 Aprile e 21 Maggio

 dalle 10 alle 12,30

tuttincampo2016

Nelle scorse edizioni abbiamo imparato a riconoscere alcune erbe commestibili che si trovano sulle nostre colline.

Quest’anno impareremo ad ascoltare ciò che le erbe ci comunicano, perché forse non tutti sanno che, con la loro presenza ed il loro portamento esse ci parlano attraverso un linguaggio che non sempre sappiamo comprendere.

Ad accompagnarci in questa nuova avventura sarà con noi:

L’Erbana BEATRICE CALIA (link)

Ritrovo nel parcheggio Madonna dei Boschi. Via Madonna dei Boschi 20, 40068 San Lazzaro di Savena, BO.

Escursioni al Parco dei Gessi: L’escursione guidata attraverso prati, boschi, radure e rocce gessose diversificherà la raccolta delle piante spontanee.

Cercheremo e raccoglieremo le erbe ed i fiori con una particolare attenzione a ciò che ci comunicano.

Il costo per ogni uscita è di 9 € (i bambini non pagano).

È possibile la partecipazione anche ad una singola uscita. È gradita la prenotazione.

Materiale per l’uscita: macchina fotografica e block notes, Vi aspettiamo !

Per informazioni e prenotazioni: Anna Pagnacco  e-mail: anna.pagnacco et gmail.com

 QUI il VOLANTINO (Tutti in campo 2016)


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: