Prepariamo la Festaaaaaa :-)

Quale miglior modo per raccontare la preparazione di questa festa che dare la parola alla nostra migliore studentessa del 2° corso CeAT:-)

Da Maddalena:
Lunedì sera ci siamo trovati, sognatori tenaci e volenterosi, per procedere con la concretizzazione del sogno della Festa che vogliamo fare a San Lazzaro in autunno.

E’ chiaro che il progetto ci sta a cuore e ci appassiona, anche perché, discutendone, continuiamo a concretizzarlo e a divertirci facendolo. Abbiamo cominciato ad affrontare la parte più concreta dell’organizzazione senza dimenticarci della nostra visione/sogno, cioè di quello che veramente vogliamo che sia questa Festa.
La data che abbiamo ipotizzato è: sabato 1 Ottobre. Il sabato a San Lazzaro in piazza c’è mercato, questo può essere una buona occasione anche per noi. Come luogo ci stiamo informando per la disponibilità della sala di città. Titolo: FESTA DEL DONO E DELLO SCAMBIO. Il termine Moneta poteva essere frainteso, dato che l’intento è quello (seguendo l’esempio di Budrio in Transizione che qualche mese fa fece qualcosa del genere) di fare girare gli SCEC: 1 per ogni oggetto portato da barattare e poi con quegli SCEC creare altri banchetti in cui le persone possano sperimentare l’acquisto di beni, tipo piantine o altri oggetti di riuso, con l’uso degli SCEC.
Tempistica: per restare in fase di test pensiamo a una festa che duri una giornata, dalle 10 alle 19.
Adesso siamo certi che vogliate sapere cosa pensiamo di metterci, in questa Festa!! L’idea è di
fare passare il concetto di DONO tramite offerta di cose gratis, come per esempio massaggi gratis fatti da persone preparate di un’associazione locale, le stesse leccornie autoprodotte dal gruppo Nonna Papera e Archimede, sempre di San Lazzaro in Transizione.
Abbiamo individuato una referente per la ricerca delle Associazioni locali che potranno raccogliere le cose non barattate al termine della festa.
Ci siamo dati dei compiti a casa: Angelo ha ricordato come sia importante che ognuno di noi si ritagli il tempo per stare in silenzio, con attenzione al respiro e al corpo, per poi farsi il “film”, mentalmente, ma in maniera vivida, ricca di immagini e di emozioni, di come vorrebbe questa festa. Dopo che ognuno di noi del gruppo avrà fatto per qualche volta questo tipo di visione creativa, potremo ritrovarci e raccontarcele per fare un esercizio collettivo che unisca tutte le visioni.
I più “smanettoni” di noi raccoglieranno info su altre feste simili a questa, oppure intervisteranno chi le ha già realizzate per capire meglio e relazionare gli altri del gruppo. Glauco leggerà il libro: Disoccupazione creativa di Illich Ivan. Questa lettura ci può aiutare, insieme ad altre suggestioni, per inquadrare e comunicare meglio il tema stesso della festa, cioè la gioia del dono e la validità del baratto come scelta alternativa e consapevole per cambiare le cose.
Oltre a uno spazio temporale per un vero e proprio Ttalk, alcuni di noi realizzeranno dei pannelli informativi sui vari temi: dalla Transizione, al concetto di baratto, di recupero, agli stessi SCEC, alla Permacultura. L’idea è di farli molto allegri, con foto e magari appenderli in modo giocoso. i tutti questi temi si potranno prevedere dei banchetti sparsi per la sala dove i vari relatori diano spiegazioni alle persone che girano. Questo aumenta l’interazione e alleggerisce le cose. Penseremo anche a un punto tisane/caffè dove offrire gratuitamente anche torte autoprodotte e chiacchierare con chi viene dando informazioni. La festa può essere un ottimo momento di comunicazione anche per il progetto del tetto fotovoltaico per le scuole Fantini, magari anche un referente che ne parli.
Vogliamo includere anche i bambini, quindi riserveremo loro uno spazio dove barattare i loro giochi o libri tra piccoli, per esempio, quindi anticipando bene del volantino questa possibilità per i genitori. Sarebbe bello informare anche le scuole, le maestre su questa festa, per tempo in modo che possano venire e sfruttare l’occasione educativa della festa.
Ci piacerebbe coinvolgere anche degli artisti di strada che possano far giocare i bambini e non solo, in modo creativo.

Prossimo incontro del gruppo di lavoro, che resta sempre aperto anche ad altre persone che abbiano voglia di realizzare questa festa con noi, (ma che abbiano almeno partecipato ad uno dei corsi di CeAT o di Transition Training. NdA) è MERCOLEDì 20 LUGLIO ore 21, sempre presso la parrocchia.

Grazie del tempo che avete dedicato a questa lettura, a presto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: